Saldi estivi!
Fino al 40% di sconto

sul pacchetto Premium Suite e in più ottieni Parallels Toolbox GRATIS!

Salva
40
%
Cerchiamo di localizzare il nostro sito internet in quante più lingue possibili, tuttavia questa pagina è attualmente tradotta automaticamente utilizzando Google Translate. chiudi

Che tipo di Hard Drive ne ho bisogno?What type of Hard Drive do I Need?

Benvenuto in una serie di articoli sul tuo PC e perché potrebbe non essere eseguito nel modo più rapido che desideri. Anche il nuovo PC, in particolare un modello all-in-one come un Dell o un HP, può avere i cosiddetti colli di bottiglia, chiamati per il collo stretto di una bottiglia. Queste aree chiave del tuo computer sono le più suscettibili a causare problemi di prestazioni e riteniamo che dovresti essere consapevole di loro e di come impedire loro di rallentare il tuo PC. Questi articoli ti aiuteranno quando acquisti un nuovo computer e quando ne stai ottimizzando uno che già possiedi.

La domanda di oggi: che tipo di disco rigido ho bisogno?

Quindi, che tipo di disco rigido ho bisogno?
Alcuni PC pronti all’uso, anche recenti, potrebbero cercare di risparmiare vendendo un disco rigido inferiore e scadente. Presta attenzione ai seguenti fattori per sapere se hai qualcosa in grado di gestire tutto ciò che passi.

1. Stato solido rispetto ai dischi rigidi
La tecnologia a stato solido è uno sviluppo più recente nella memoria di massa del computer. Questa forma di archiviazione elimina il piatto, il mandrino e la testa che sono stati una parte degli hard disk per molti anni. Ciò aumenta l’affidabilità e diminuisce il rischio di crash. Il compromesso è che la tecnologia a stato solido è ancora molto costosa per gigabyte rispetto al tradizionale disco rigido corrispondente.

Le unità a stato solido sono spesso rappresentate come chiavette USB, ma questo non è sempre il caso: molti netbook, laptop di fascia alta, computer Apple, telefoni cellulari e tablet utilizzano 2 GB o più di memoria a stato solido. Solo i primi iPod avevano dischi rigidi tradizionali schiacciati contro di loro; questi dispositivi hanno utilizzato lo stato solido per anni.

Se puoi permetterti, lo stato solido è sicuramente la strada da percorrere, soprattutto se fai molti viaggi, perché queste unità non hanno parti mobili che sono solitamente soggette a danni dovuti a cadute o colpi. Un disco rigido tradizionale in un cestino sopraelevato dell’aeroporto, o peggio, il retro di un furgone in movimento, è una ricetta per il disastro. Un’unità a stato solido resiste facilmente a queste tempeste. Inoltre, i dischi rigidi sono talvolta sensibili a forti magneti, mentre i dischi a stato solido non sono interessati. C’è una ragione per cui lo space shuttle ha utilizzato lo storage a stato solido per anni.

Le unità a stato solido hanno un altro importante vantaggio rispetto ai dischi rigidi tradizionali che ha un impatto diretto sulle prestazioni del PC, e cioè la velocità con cui le informazioni vengono lette e scritte sull’unità. I dischi rigidi tradizionali devono girare per poter essere letti o letti da informazioni. Le unità a stato solido no e le informazioni possono essere scritte o leggere da esse istantaneamente. Questa differenza potrebbe avere un impatto notevole sulle prestazioni del PC, poiché i file e i programmi si caricheranno molto più velocemente (anche se questa velocità potrebbe semplicemente esporre un collo di bottiglia altrove, come nella RAM o nella CPU).

Diciamo, però, che vuoi il maggior numero di terabyte (TB) per i soldi. I dischi rigidi sono ancora la strada da percorrere, quindi, e sei fortunato: negli ultimi anni sono calati vertiginosamente. Al momento della stesura di questo libro, è facile trovare 1,5 TB o addirittura 2 TB per circa un centinaio di dollari, interni o esterni. Il maggior numero di consumatori di unità singole che possono acquistare è di 3 GB e ciò ti porterà a circa $ 150.

2. Rotazioni al minuto (RPM) e velocità di trasferimento dati
Generalmente, più piccolo è il disco rigido, maggiore è la velocità di trasferimento dati e RPM. Ciò significa affidabilità e aumento della velocità per le unità più piccole. Le enormi unità ti danno molto spazio, ma a volte sacrificano velocità e qualità per farlo. Inoltre, le unità portatili sono generalmente più lente delle loro controparti desktop, semplicemente perché il piatto o il disco sono molto più piccoli. Cerca un disco rigido con almeno un 5400 RPM, ma opta per un disco da 7200 RPM se puoi per ottenere le migliori prestazioni dal tuo disco.

3. Interfaccia di connessione di archiviazione
Avere un disco rigido veloce è una cosa, ma se il modo in cui è collegato al computer utilizza una porta più lenta, allora questo rallenterà nuovamente tutto. I moderni hard disk si connettono ai computer tramite Serial ATA (SATA) se interni, oppure Serial ATA esterno (e-SATA) o USB se esterni. SATA è la più moderna e offre la più grande velocità di trasferimento. Se sei come me, però, hai trasportato vecchi dischi rigidi attraverso più generazioni di PC e non ti sei preso la briga di trasferire tutti quei dati. In tal caso, probabilmente ti connetteresti tramite ATA parallelo (lo stesso tipo di interfaccia che utilizza l’unità DVD, ad esempio) e la tua velocità ne risentirà.

Anche la connessione di un’unità esterna tramite USB può causare problemi, specialmente se si dispone di una porta USB 1.0 più lenta e non di una porta USB 2.0 ad alta velocità (o 3.0). Fare cose come lo spostamento di grandi quantità di dati o lo streaming video causerà problemi su USB, da qui la necessità di un’interfaccia e-SATA (o anche FireWire), entrambe progettate per spostare rapidamente enormi quantità di dati (in altre parole, la loro la larghezza di banda è molto maggiore).

Se si acquista un nuovo PC e si trasferiscono frequentemente dati su hard disk esterni, assicurarsi che il computer disponga di una porta USB 2.0 (o multipla). Se si dispone di un po ‘di denaro extra da spendere, optare per USB 3.0, che presto diventerà il nuovo standard e offre velocità di trasferimento dati molto più veloci rispetto a USB 2.0, paragonabile a e-SATA o FireWire.

4. Problemi relativi al software
Il tuo disco rigido potrebbe continuare a funzionare a causa di problemi software facilmente risolvibili senza la necessità di acquistare nuovo hardware. Nel corso del tempo, i dati di un disco rigido vengono frammentati in troppi pezzi su troppa spazio di archiviazione del disco rigido. L’unità avrà bisogno di deframmentazione e la maggior parte dei sistemi operativi, incluso Windows, include un deframmentatore incorporato. In Windows 7, è in Start Menu -> Tutti i programmi -> Accessori -> Utilità -> Utilità di deframmentazione del sistema.

5. RAM insufficiente
La maggior parte dei sistemi operativi, di fronte a una mancanza di memoria, configurerà la memoria virtuale sullo spazio rimanente sul disco rigido. Poiché i dischi rigidi cercano i dati molto più lentamente della RAM, ciò causerà tutti i tipi di problemi di rallentamento del sistema. Fortunatamente, la RAM ha fatto crollare il prezzo tanto quanto lo storage di massa. La RAM è inoltre progettata per essere sostituibile dall’utente, in modo da limitare al massimo il sistema in grado di gestire (tenendo presente che le versioni a 32 bit di Windows non possono vedere più di circa 3 GB per ogni processo, ne parleremo in futuro colonna.) Fino ad allora, chiudi i programmi inutilizzati e uccidi i processi di sistema non necessari e questo libererà la tua RAM per l’elaborazione delle attività di cui hai bisogno in quel momento.

La RAM è disponibile anche a diverse velocità. Questo viene visualizzato in MHz quando si acquista il computer. È molto comune per un produttore di computer pubblicizzare grandi quantità di RAM, ma questa RAM è 333 MHz o 667 MHz di RAM, che è più lenta delle velocità finali più elevate disponibili. Optare per RAM DDR 3 1066 MHz se è possibile.

6. Età
Il disco rigido potrebbe avere problemi di lettura / scrittura solo a causa della sua età. Non contare su un disco che ha più di qualche anno. Potrebbe essere il momento di eseguire il backup di tutto ciò che è possibile per una guida nuova e brillante, e sbarazzarsi di Old Unreliable. Controlla la tua guida per gli errori; ciò avviene in Windows 7 facendo clic con il pulsante destro del mouse sull’unità e andando su Proprietà -> Strumenti -> Controllo errori -> Verifica ora. A volte il PC ti chiederà di controllarlo all’avvio per correggere determinati errori. Correggere regolarmente gli errori su un’unità invecchiata prolungherà in modo significativo la durata del disco e ridurrà le possibilità di un guasto del disco rigido e di perdere tutto!

Conclusione
Anche se i tipici problemi del disco rigido potrebbero richiedere un nuovo disco rigido con un’interfaccia più moderna o una velocità di trasferimento dati più veloce, convincere la vita del vecchio disco è altrettanto importante tra gli assegni. La deframmentazione, l’eliminazione dell’uso della memoria virtuale e il normale controllo degli errori sono tutti importanti. Altrettanto importante è il backup! I dischi rigidi sono fragili, quindi eseguire il backup su supporti esterni, il cloud o un servizio di backup professionale su base regolare.

Was this post helpful?
Yes
No



Non hai trovato la tua risposta?
Posta una domanda alla nostra community di esperti provenienti da tutto il mondo e ricevere una risposta in pochissimo tempo.
Modifica traduzione
Traduzione automatica (Google):
Caricamento in corso...
Copia di montaggio
or Cancellare